SEPA Direct Debit

L´addebito Sepa è il nuovo strumento di incasso europeo che dal 1° febbraio 2014 andrà a sostituire il RID (ordinario e veloce) come modalità di "addebito diretto e preautorizzato". È utilizzabile sia per i pagamenti di natura ricorrente, come ad esempio le utenze (bollette di telefono, luce e gas) che per i pagamenti una tantum, ad esempio i pagamenti di fatture commerciali. L´addebito diretto Sepa può avvenire mediante due schemi differenti a seconda della classificazione del cliente debitore. Le imprese hanno la possibilità di scegliere tra:
Addebito SEPA "Core"
Utilizzabile indistintamente nei confronti del cliente debitore - sia consumatore che non consumatore (impresa o microimpresa) - consente al cliente debitore di chiedere il rimborso di operazioni addebitate e riferite a mandati validamente sottoscritti, fino a 8 settimane dalla data di addebito, qualora l´importo risulti errato o l´addebito non sia corrispondente a quanto concordato con l´impresa creditrice.
Addebito SEPA "Business to Business" (B2B)
Riservato esclusivamente a clienti non consumatori (imprese e microimprese) non prevede - a differenza della versione Core - in nessun caso il diritto dell´impresa debitirice a chiedere il rimborso al creditore, se il mandato è stato validamente sottoscritto. Per limitare i rischi nei rapporti fra imprese, la banca del debitore deve preventivamente verificare con l´impresa debitrice la validità del mandato prima di addebitare sul suo conto la prima richiesta di addebito ricevuta.
Entrambi gli schemi possono essere utilizzati per addebiti ricorrenti o singoli: in quest´ultimo caso, il debitore autorizza il creditore ad inviare un´unica disposizone di addebito.
Il Sepa Direct Debit è attivato esclusivamente dal creditore in virtù di un mandato ricevuto dal debitore: il mandato è il documento cartaceo o elettronico firmato dal debitore che autorizza il creditore ad inviare disposizioni d´incasso a valere sul conto corrente del debitore. All´interno dell´Area Sepa a ciascun creditore è assegnato un codice univoco denominato Codice Indentificativo del Creditore (o Creditor Identifier) che permette di identificare in maniera univoca l´azienda che incassa con addebiti diretti.
L´azienda che ne fosse sprovvista può richiedere questo codice alla propria banca. Per saperne di più ...

Con l´addebito diretto Sepa le aziende creditrici, a differenza di oggi, hanno l´obbligo di:
- raccogliere, conservare e dematerializzare i dati dei mandati sottoscritti dai debitori;
- notificare al debitore almeno 14 giorni prima dell´addebito in conto, gli estremi dell´operazione, quali importo e data scadenza (le parti possono accordarsi anche su tempistiche diverse).

Mandato SEPA B2B
Mandato SEPA CORE